IC CASALPUSTERLENGO

Definitivo chiarimento sulle deroghe alla didattica in presenza

Si invita l’utenza a prendere visione dei seguenti documenti:

  1. m_pi.AOOGABMI.REGISTROUFFICIALEU.0010005.07-03-2021
  2. m_pi.AOODRLO.REGISTRO-UFFICIALEU.0004571.08-03-2021
  3. AOODRLO.REGISTRO UFFICIALE.2021.0004560.pdf – palmacarla.drago@iccasalpusterlengo.edu.it – Posta di

Accettazione domande sulle deroghe alla didattica in presenza

Si informano i tutori che sono state accettate solo le domande delle famiglie con alunni diversamente abili, BES  come da art. 1 comma 2 dell’ordinanza regionale del 4 marzo relativa alla sospensione delle attività scolastiche.

 


Chiarimento sulle deroghe alla didattica in presenza

Vista l’ordinanza regionale n. 714 del 4 marzo 2021

Vista la nota n. 343 del 4 marzo 2021

Vista la nota n. 1990 del 5 novembre 2021

si indicano qui di seguito premesse di ordine generale e specifiche indicazioni sulle deroghe possibili alla Didattica Digitale Integrata prevista dall’Ordinanza regionale n. 714 del 4 marzo 2021 e riferita al periodo 5-12 marzo.

Premesso che: 

  • l’Ordinanza, il cui scopo prioritario è di salvaguardare le misure di contrasto e diffusione del contagio, applicando la sospensione delle attività didattiche in presenza, impone di agire nell’ottica del massimo contenimento degli spostamenti e dei contatti all’interno e all’esterno delle scuole,
  • il Regolamento della DDI, esteso in linea con le indicazioni ministeriali, approvato da tutti gli organi competenti dell’IC, pubblicato sul sito dell’IC, e predisposto allo scopo di consentire, in caso di sospensione della didattica in presenza, la continuazione della didattica a distanza, viene coerentemente applicato all’intero Istituto Comprensivo, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado,
  • allo scopo di garantire a tutti gli alunni la possibilità di usufruire della DDI, la scuola si è impegnata e continua, coerentemente, a impegnarsi nel fornire device e assistenza agli alunni che ne abbiano bisogno, anche su segnalazione dei docenti, e alle famiglie che lo richiedano,

    rilevato che nel contesto dell’organizzazione scolastica attuale 

  • l’orario scolastico in DDI, così come l’ambiente di apprendimento e le metodologie utilizzate, differiscono significativamente da quello normale sia per gli alunni che si collegano da casa, sia per quelli che eventualmente lavorino a scuola,
  • gli alunni che eventualmente frequentano, lavorano individualmente o in piccolissimi gruppi (fermo restando che vengano rispettati distanziamento, igiene delle mani, utilizzo della mascherina e aerazione dei locali) con docenti individuati in base alle disponibilità dell’orario delle videolezioni,
  • non vengono erogate lezioni di strumento in presenza,
  • è previsto solo orario antimeridiano; 

tutto ciò premesso, 

considerato il numero delle richieste delle famiglie ricevute entro i termini previsti (ore 8.30 del 6 marzo 2021) per l’erogazione della didattica in presenza, 

volendo accogliere in presenza alcuni alunni aventi una certificazione di disabilità, certificazione DSA o BES, sulla base dei PEI, PDP e del progetto di didattica integrata,

in attesa di conoscere dagli organi competenti la corretta definizione del “personale impiegato presso servizi pubblici essenziali” per procedere all’individuazione dei genitori aventi diritto di presentazione della domanda di frequenza all’attività didattica in presenza dei propri figli

SI COMUNICA CHE

lunedì 8 marzo 2021 potranno seguire le lezioni in presenza solo gli alunni per i quali sia stato previsto e condiviso con la famiglia un progetto didattico, previa programmazione del calendario settimanale (con orario ridotto) da parte del Team/Consiglio di Classe unitamente al docente di sostegno e all’eventuale AES.

 

Il dirigente scolastico

Pasqualina Lucini Paioni

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell’art. 3 comma 2 del decreto legislativo 39/93)

 


Attività didattica in presenza

Ai Genitori – IC Casalpusterlengo

A seguito dell’ordinanza regionale di ieri 4 marzo relativa alla sospensione delle attività scolastiche a partire dalla Scuola dell’Infanzia, alcuni genitori hanno prodotto richiesta di “attività in presenza”.
A questo proposito, all’art. 1 comma 2 della medesima ordinanza leggiamo:

“in tutte le scuole ed istituzioni di cui al punto 1, resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.”

(L’uso di laboratori di cui si parla è relativo alla Scuola Secondaria di Secondo grado.)
In una successiva FAQ la Regione Lombardia specifica che
“Le Ordinanze del Presidente della Regione n. 701/2021 (prorogata dalla Ordinanza n. 706/2021) e n. 705/2021 fanno esplicitamente salva la possibilità di svolgere attività in presenza per alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.
A ciò si aggiunge quanto previsto dal Ministero dell’Istruzione con nota n. 1990 del 5 novembre 2020 emessa a seguito del DPCM 3 novembre 2020 ossia che “nell’ambito di specifiche, espresse e motivate richieste, attenzione dovrà essere posta agli alunni figli di personale sanitario (medici, infermieri, OSS, OSA…), direttamente impegnato nel contenimento della pandemia in termini di cura e assistenza ai malati e del personale impiegato presso altri servizi pubblici essenziali, in modo che anche per loro possano essere attivate, anche in ragione dell’età anagrafica, tutte le misure finalizzate alla frequenza della scuola in presenza.” Tale indicazione è da intendersi applicabile anche in relazione alle predette Ordinanze regionali e ad eventuali futuri analoghi provvedimenti regionali, per quanto attiene sia ai servizi socio-educativi per la prima infanzia che alle scuole, compatibilmente con le condizioni organizzative dei singoli servizi ed istituti nonché nel rispetto dell’autonomia scolastica.

Due osservazioni:

  1. Il DPCM del marzo 2020 indicava, a titolo esemplificativo, come key workers oltre i sanitari e le forze dell’ordine, anche il personale impiegato nella grande distribuzione (supermercati) e nei trasporti, per i servizi essenziali alla popolazione. Una nota ministeriale del 4 marzo 2021 aggiunge anche la categoria dei docenti impegnati in attività in presenza.

  2. La norma del Miur non specifica il numero minimo di ore da svolgere in presenza. Ogni Dirigente Scolastico, perciò, predisporrà la didattica in autonomia e in relazione al numero di insegnanti a disposizione, alle possibilità del proprio istituto e alla garanzia della DAD per tutti gli altri alunni.

Il nostro istituto sta predisponendo le attività in presenza, previo vaglio delle richieste motivate dei genitori. Ogni famiglia sarà contattata da un docente di riferimento.
Ad ogni buon conto, considerando il personale scolastico in quarantena fiduciaria, in malattia o assente per altri motivi, al momento si riusciranno a garantire lezioni in orario antimeridiano.

Le famiglie, fatta salva altra diversa indicazione, saranno contattate entro lunedì 8 marzo. Cordiali saluti

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Pasqualina Lucini Paioni
(Firma autografa sostituita a amezzo stampa ai sensi art. 3 d.lgs. 39/1993)